1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Un fenomeno molto particolare

Buongiorno amico terrestre!

Il 19 luglio scorso, si è verificato un fenome molto interessante per l'astronomia. Si tratta di una occultazione.

Sai cosa sia? L'occultazione si ha quando un corpo celeste passa davanti ad un altro corpo celeste nascondendolo completamente. Il fenomeno potrebbe ricordarti l'eclisse, ed infatti, le due cose sono molto simili. Quando la luce del corpo più lontano viene interrotta completamente, l'occultazione viene definita proprio come una specie di eclisse. E', ad esempio, una specie di eclisse, detta solare, l'occultazione del Sole da parte della Luna

Ci sono, però, occultazioni di varia natura, come adesempio quelle dei pianeti e di altre stelle. Ad esempio, ci può essere l'occultazione di Giove da parte della Luna, come è avvenuto il 15 luglio del 2012. Ecco una foto che mostra Giove quasi totalmente scomparso dietro il Satellite del tuo Pianeta.

Dopo questo momento, Giove è scomparso del tutto dietro la Luna, per ricomparire dall'altra parte alla fine dell'occultazione.

Quado avviene un fenomeno del genere, tutta la comunità astronomica cerca di seguirlo, perchè ha una grande importanza scientifica, dal momento che permette di raccogliere molte informazioni su entrambi i corpi interessati. Ad esempio, permette di determinare la forma del corpo che occulta, perchè durante il passaggio, il corpo più lontano permette di osservare meglio i bordi del corpo che gli si pone davanti. E' anche importante ad esempio per lo studio dell'atmosfera del corpo che occulta, soprattutto quando ad essere nascosta è una stella. In questo caso, infatti, la luce della stella, nel momento in cui essa sta passando dietro l'atmosfera del corpo che le si pone davanti, la illumina e la penetra, permettendo agli scienziati a terra di osservarla e studiarla ai telescopi. 

Ebbene, il 19 luglio di quest'anno è avvenuto proprio questo fenomeno, ed i corpi celesti protagonisti sono stati Plutone ed una stella della Costellazione del Sagittario. Dato, però, che Plutone è molto lontano e molto piccolo, solo i grandi telescopi hanno potuto osservarli.

Grazie ai dati in mano agli scienziati, si è potuto sapere in anticipo e con grande precisione i luoghi da cui sarebbe stato possibile osservare al meglio questa occultazione, permettendo ad una settantina di ricercatori, dall'Europa all'Africa settentrionale, fino ad Israele, di seguirla e raccogliere preziose informazioni sull'atmosfera del pianeta nano che ad oggi non è ancora molto conosiuta.

Pensa che si è scoperto che Plutone ha un'atmosfera solo nel 1988 e da allora non si sono potute raccogliere molte informazioni, a causa della sua distanza. 

Quindi, quando quest'anno Plutone è transitato davanti a questa debole stella nella costellazione del Sagittario, la sua luce ha illuminato e penetrato parzialmente l'atmosfera del pianeta nano rendendola visibile ai telescopi terrestri che hanno potuto così raccogliere preziose informazioni.

Dalle prime elaborazioni effettuate, confrontate con i dati raccolti dal 1988, sembrerebbe che da allora vi sia stato un arresto nell'aumento della pressione nell'atmosfera di Plutone, circostanza che suggerirebbe il probabile inizio di una fase di “congelamento” dell'atmosfera stessa, fenomeno mai osservato prima d'ora su un corpo del Sistema solare.  

Non ci resta che aspettare smentite o conferme.....

Fonte: AstronomiAmo

A presto con Hop-News!