1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Una esplosione sulla cometa "di" Rosetta

Salve amico terrestre!

Ti ho parlato diverse volte di Rosetta e della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ossia della sonda spaziale costruita dall'Ente Spaziale Europeo e della cometa che ha raggiunto e che sta studiando da molto vicino.

Dal 2014, Rosetta orbita attorno alla cometa osservandola di continuo per studiarla a fondo. Il 19 febbraio di quest'anno è successa una cosa particolare. Sulla superficie della cometa si è osservato un outburst, ossia sul lobo grande, nell'area chiamata Atum, ha iniziato a battere la luce solare. La zona, finora sempre in ombra, ha subito un innalzamento di temperatura di circa 30°C, come registrato dagli strumenti, e il ghiaccio ha iniziato a evaporare determinando una specie di frana da una delle pareti più ripide. Gli strumenti hanno anche registrato un aumento repentino della luminosità e anche della polvere: pensa che, con le misurazioni effettuate, sono state contate circa 200 particelle di polvere in tre ore, quando in tutto il mese di febbraio ne erano state contate solo da 3 a 10. Ecco quindi cosa si intende per outburst: una esplosione di gas e polvere dovuta alla luce del Sole che va a illuminare e scaldare la cometa.

Non si tratta di un raro fenomeno, perchè di outburst sulle comete ce ne sono stati parecchi in passato. Questo, però, è stato osservato in diretta da 35 chilometri di distanza, quindi molto da vicino, e da strumenti all'avanguardia. Ecco un breve video di ciò che è successo:

L'outburst della 67P

Fonte: AstronomiAmo

A presto con Hop-News!