1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Verso l'esplorazione di Marte

Salve amico terrestre!

In questa epoca di grandi esplorazioni spaziali, si parla anche di Marte. Nel marzo di quest'anno, infatti, è stata lanciata una sonda nell'ambito della missione ExoMars per l'esplorazione robotica del pianeta, nata dalla collaborazione tra l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e l'Agenzia Spaziale Russa (Roskosmos). L'esplorazione prevede l'ingresso in orbita della sonda, l'osservazione dall'orbita stessa e, per il 2020, anche l'atterraggio di un rover, ossia di un veicolo attrezzato con tutti gli strumenti necessari per studiare il pianeta dalla sua superficie.

Gli scienziati della missione stanno ancora studiando bene dove far atterrare questo macchinario, ma uno dei siti che risultano i migliori candidati è chiamato Mawrth Vallis. Eccolo in questa foto scattata da un'altra sonda che si occupa di studiare il pianeta e che si chiama Mars Express.

Questo luogo, che si nota in basso a destra dell'immagine, è lungo 600 chilometri e profondo 2 ed è una delle vallate più grandi di Marte. Si trova in una regione al confine tra l'altopiano meridionale e il bassopiano settentrionale ed è caratterizzata da numerosi canali che suggeriscono la presenza, in passato, di enormi quantità di acqua proveniente dalla regione più alta. Questa caratteristica fa pensare che, una volta, fino a 3.6 miliardi di anni fa, tale regione avesse i requisiti per essere abitata. Le zone più scure sono i resti di antica cenere vulcanica che copre molte delle colline e che potrebbe aver protetto, coprendoli e tenendoli al sicuro, antichi microbi.

Ecco perchè Mawrth Vallis interessa molto ai ricercatori della missione: la possibile presenza di acqua e forme di vita in un lontano passato è proprio ciò di cui oggi si va in cerca durante le missioni spaziali.

Fonte: AstronomiAmo

A presto con Hop-News!