1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Zirconi particolari nel grande cratere americano

Salve amico terrestre!

Sai cosa sono i grossi crateri che si trovano in alcune zone del tuo Pianeta? Sono l'impronta di grandi oggetti in arrivo dallo spazio, come ad esempio i meteoriti, che cadendo sulla superficie terrestre creano degli enormi buchi.

Di recente, un team di scienziati di una università statunitense ha analizzato un campione di roccia estratto da uno di questi crateri, il Meteor Crater che si trova negli USA, scoprendovi frammenti di un minerale, lo zircone, in una particolare forma granulare e di dimensioni microscopiche.

Il Meteor Crater è stato creato dalla caduta di un oggetto delle dimensioni di 12 chilometri, avvenuto circa 49 mila anni fa. Il ritrovamento di questo minerale tra le sue rocce suggerisce che si sia formato proprio a seguito dell'impatto. Lo zircone, infatti, è un minerale che si forma ad elevatissime temperature e pressione, quali potrebbero essere proprio quelle che si hanno quando dei grossi corpi in arrivo dallo spazio si schiantano sul tuo Pianeta. Questa teoria sembrerebbe confermata anche da analisi di laboratorio che dicono che i frammenti ritrovati sono stati generati a 2.000 gradi Celsius e ad una pressione di 300.000 atmosfere, ossia le particolari condizioni che sulla Terra si verificano proprio a causa di questi violenti impatti. La teoria pare oltretutto confermata da ulteriori ritrovamenti di questo tipo di materiale anche nelle rocce di un cratere da impatto che si trova in Sud Africa, nonché in alcuni campioni lunari.

Un ritrovamento che oltre a dire come questi materiali vengono prodotti in natura, ci ricorda che i catastrofici impatti che associamo inevitabilmente a distruzione e devastazione, sono anche in grado di generare materiali estremamente utili per la vita di tutti i giorni, senza dimenticare che forniscono preziose informazioni sulla storia degli oggetti che piombano sulla Terra e che arrivano dallo spazio.

Fonte: AstronomiAmo

A presto con Hop-News!