1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Il pianeta che sembrava una stella

Ciao, amico terrestre!
 
L'universo è pieno di meraviglie e misteri, ma nel magico e affascinante mare di stelle non bisogna mai dare nulla per scontato, altrimenti si rischia di prendere lucciole per lanterne, o... pianeti per stelle!! Infatti esiste un limite oltre il quale un pianeta diventa stella e viceversa, per cui bisogna osservare con molta attenzione prima di stabilire di cosa si tratti ciò che si sta guardando. I pianeti sono dei tipi amichevoli e non si offendono se li chiami "stella", ma una volta ho chiamato una stella "pianeta" e non mi ha rivolto la parola per tutto il giorno!! Ma si sa, le stelle sono parecchio sotto pressione...non è colpa loro! A volte però è davvero difficile distinguere un pianeta da una stella. Tutto sta nella massa e nella temperatura. Se la massa non arriva ad un certo valore, non c'è sufficiente pressione interna data dalla forza gravitazionale e la temperatura non arriva a quella che determina l'innesco delle reazioni termonucleari, che sono quelle che generano luce e che quindi fanno brillare le stelle nel cielo. In parole povere, la stella è troppo debole per brillare. Si sforza, stringe i denti, ce la mette proprio tutta, ma non riesce a brillare! E allora non è una stella, ma un pianeta fatto di gas, come il nostro amico Giove, il quinto pianeta del sistema solare! Anche lui ogni tanto si sforza, ma... niente, non può brillare. O almeno non di luce propria... dopo tanti sforzi, è giusto che anche loro possano apparire belli luminosi nel cielo, e lo fanno riflettendo la luce che producono le stelle attorno alle quali orbitano! 
 
Rappresentazione artistica di una nana bruna
 
Questo però non è il caso di SIMP J013656.5+093347 (per gli amici simp può bastare), il pianeta che è fuggito dal suo sistema e che giocava a fare la stella vagando nello spazio. Infatti si pensava che fosse la nana bruna più vicina a noi, ma dai nuovi dati sembra più un pianeta gassoso di 13 masse gioviane dell'età di circa 200 milioni di anni (un giovincello!). Sarà di sicuro felice di essere stato scambiato per una nana bruna. Certo, le nane brune non saranno brillanti come una supernova, ma se un pianeta vuole essere scambiato per una stella non può permettersi di pretendere troppo! Se invece si trattasse effettivamente di una nana bruna che si sta spegnendo dopo tanti anni di attività, beh...speriamo che non se la prenda troppo! 
 
Fonte: AstronomiAmo
 
A presto con Hop-News!