1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Le lame di Plutone

Ciao amico terrestre!

Mi dici subito una cosa? Chi c'è in questa foto? So che lo sai! Esatto! E' Plutone, il pianeta nano del nostro Sistema Solare! Te l'ho chiesto perché quest'oggi ti parlerò di lui e della sonda New Horizons, che è una sonda sviluppata dalla NASA per l'esplorazione di Plutone e di caronte, suo satellite. Pensa che, per poter raggiungere il pianeta nano, la sonda è stata lanciata nel  gennaio 2006, mentre il fly by di Plutone è avvenuto più di nove anni dopo, il 14 luglio del 2015.

Parto proprio da questo, dal fly by, che è solo una delle tante cose che una sonda può fare, sia chiaro ciò! Il fly by altro non è se non un passaggio ravvicinato di una sonda nei pressi di un pianeta o di un altro corpo celeste.

Quella che vedi qui sotto è proprio un'immagine di una delle regioni più particolari di Plutone (e forse dell'intero Sistema Solare), ripresa dalla sonda New Horizons durante il fly by sul pianeta nano. Questa regione si trova ad est di quella zona a forma di cuore, chiamata Tombaugh Regio. Anzi, se hai un paio di occhiali per vedere le immagini in 3d, indossalo e riconoscerai tante lame che cartterizzano la zona chiamata Tartarus Dorsa. E' una zona allineata da nord a sud, con cime abbastanza elevate e arrotondate, separate tra di loro da qualche miglio e con lisce vallate. 

Gli scienziati ancora non conoscono i motivi per i quali questo terreno sia così formato, ma pensano che possa aver assunto queste forme a causa dell'erosione causata dall'evaporazione di ghiaccio o da depositi di metano ghiacciato.

Se ti va, puoi dare un'occhiata qui, a quello che qualche tempo fa ti avevo detto su Plutone, durante una nostra missione!

Fonte: AstronomiAmo