1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

La sabbia su Titano

Ciao, amico terrestre!
 
La notizia del giorno riguarda un mio vicino di casa: Titano, una delle tante lune di Saturno!
 
Vista di Titano e Saturno. Credits: Antoine Lucas
 
Questo satellite ha un paesaggio roccioso simile alla Terra, se non fosse per la presenza di idrocarburi al posto dell'acqua, come forse ricorderai dalla missione sui pianeti del Sistema Solare, che ritrovi qui. Su Titano ci sono delle dune di sabbia molto particolari che hanno suscitato l'attenzione dei ricercatori del Georgia Institute of Technology : le vette di queste dune, che sono alte circa 90 metri, sono tutte rivolte al verso opposto rispetto alla direzione dei venti maggiori, per cui gli studiosi hanno ricreato in laboratorio le stesse condizioni dell'ambiente di Titano per capire cosa succede.
 
Dune di sabbia su Titano. Credits: Cassini Radar Mapper, JPL, JSC, ESA, NASA
 
 
L'atmosfera di Titano è costituita da azoto secco al 98%, utilizzato dunque in provetta insieme ai grani di sabbia di naftalene e bifenile. Ciò che è stato osservato dopo 20 minuti è che i granelli si sono caricati elettricamente, rimanendo attaccati gli uni agli altri e in parte anche alle pareti della provetta. Questo fenomeno si chiama coesione e può durare anche mesi, data la bassa pressione dell'ambiente circostante. Sulla Terra, per le diverse condizioni chimico-fisiche, la sabbia si carica elettricamente in modo debole, così le cariche si disperdono velocemente e inclinando la provetta il contenuto esce tutto fuori! Chissà come sarebbe coistruire dei castelli di sabbia su Titano! Quel che è certo è che il vento non li butterebbe giù e li ritroveresti al tuo prossimo viaggio!
 
Fonte: AstronomiAmo
 
A presto con Hop-News!