1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Le aurore di Giove viste da Hubble

Ciao amico terrestre!

Questa notte, una sonda della NASA ha raggiunto l'orbita di Giove dopo parecchi anni di viaggio. La sonda, che si chiama Juno, è infatti partita nell'agosto del 2011 e studierà da vicino questo grande pianeta, scattando foto che saranno sicuramente spettacolari.

In questi giorni, però, Giove è stato osservato parecchio anche da Terra e dal telescopio spaziale Hubble che poco tempo fa ne ha immortalato le bellissime aurore.

Le aurore di Giove sono fenomeni atmosferici simili a quelli che si verificano al Polo Nord ed al Polo Sud della Terra e su altri pianeti. Simili perchè, come le vostre, appaiono come sottili anelli di luce visibili sul lato notturno del pianeta. La diversità, invece, sta nel fatto che su Giove questi fenomeni, dovuti allo "scontro" tra le particelle portate dal vento solare e l'atmosfera del pianeta, vengono influenzati anche dalle scontro delle particelle di materiale in arrivo dal satellite di Giove Io, lanciate nello spazio a causa delle sue eruzioni vulcaniche. Ma non solo, perchè su questo gigante pianeta le aurore sono molto più dense, sono perenni e, soprattutto, hanno una dimensione addirittura superiore al tuo pianeta.

Ora che Juno è arrivata, tuttavia, si avrà un punto di osservazione migliore e strumenti sicuramente più appropriati per lo studio che dovrà essere effettuato, anche se le osservazioni di Hubble non termineranno. Anzi tra il telescopio spaziale e Juno si avvierà una preziosa collaborazione per la raccolta di quanti più dati possibili.

Insomma, ne vedremo delle belle!!

Fonte: AstronomiAmo

A presto con Hop-News!