1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Marte: tracce di acqua o miraggio?

Salve, amico terrestre!
 
Ci sono delle zone su Marte che sembrano segnate dal passaggio di acqua, forse per la formazione temporanea di fiumiciattoli dovuti allo scioglimento del ghiaccio in alcuni periodi dell'anno, o almeno è quello che pensavano gli scienziati fino a quando alcuni ricercatori dalla Francia e dalla Repubblica Slovacca non hanno proposto un'ulteriore teoria: potrebbe trattarsi di... valanghe di sabbia! Un valido motivo che va contro la teoria dell'acqua è che, se ci sono  regioni in cui c'è del ghiaccio o della brina, questo dovrebbe sublimare, ovvero passare direttamente dallo stato solido (ghiaccio)  a quello gassoso (vapore acqueo), senza passare attraverso lo stato liquido, quindi non si potrebbe formare nessun fiumiciattolo.
 
Modifiche dei solchi sulla superficie di Marte. Credits: Nature Geoscience (2017)
 
I ricercatori hanno ipotizzato che questo fenomeno sia dovuto alle differenze di temperatura sulla superficie del pianeta, dato che questi solchi si accentuano nelle stagioni più calde: la sabbia in superficie si riscalda, mentre gli strati più profondi restano freddi. Tra le particelle di sabbia ci sono delle piccole quantità di gas che subirebbero così dei cambiamenti di pressione che le porta a spostarsi, facendo muovere così la sabbia, che crea dei giochi di ombre. Per avere conferme su questa teoria bisognerà aspettare altri studi, i cui esiti positivi potrebbero deludere le aspettative di chi sogna la vita marziana, ma tutto ciò che apprendiamo sui pianeti del nostro Sistema Solare è un'importante fonte di informazioni per lo studio degli esopianeti e per la ricerca della vita nello spazio, dunque sarà ugualmente entusiasmante capire cosa avviene sul suolo del pianeta rosso!
 
Fonti: AstronomiAmo
 
A presto con Hop-News!