1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Un fratellino per il Sole

Ciao, amico terrestre!
 
Gli scienziati ipotizzano che le stelle simili al Sole nascano in coppia, quindi insieme ad un fratellino o ad una sorellina, in un sistema detto "binario". In particolare, è stata studiata la nube di Perseo, zona di formazione stellare in cui è possibile osservare il processo di nascita di una stella e quindi molto utile per permetterci di capire esattamente cosa avviene. Questa nube si trova a 600 anni luce da noi e le polveri presenti non lasciano passare altre radiazioni se non quelle radio, prese in esame dal Very Large Array, un gruppo di radiotelescopi.
 
Un sistema binario di stelle di meno di un milione di anni in onde radio nella nube di Perseo. Credits: Sarah Sadavoy/ SCUBA-2 survey/ UC Berkeley.
 
Sono state studiate le stelle di classe 0, ovvero quelle in età non superiori a 500 mila anni (che per una stella equivalgono all'infanzia), e quelle di classe I, con età dai 500 mila anni al milione di anni (che sono sempre pochi per una stella: se fosse un essere umano, non potrebbe ancora avere la patente per guidare la macchina!). Le distanze che separano le due stelle di un sistema sono di circa minimo 500 unità astronomiche per le stelle di classe 0, circa 200 unità astronomiche invece per quelle di classe I. Questo significa che il fratellino del Sole, se la teoria fosse corretta, sarebbe nato ad una distanza di 17 volte quella che separa il Sole da Nettuno! Parecchio lontano! In base allo studio, il 60% delle stelle binarie si sarebbe poi separato, mentre le altre stelle si sarebbero avvicinate ulteriormente tra loro a formare i sistemi binari che osserviamo oggi. Nel caso del Sole, dunque, il fratellino si sarebbe allontanato, uscendo dal sistema binario e lasciando la nostra stella per viaggiare solitaria in una grande avventura nell'immensità della Via Lattea. Ciao zio Sole, fai buon viaggio e mandaci una cartolina!!!
 
Fonte: AstronomiAmo
 
A presto con Hop-News!