1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

Voyager 1 riaccende i razzi dopo 37 anni

Ciao, amico terrestre!
 
Rappresentazione artistica delle due sonde Voyager fuori dal Sistema Solare. Credits: Skyworkers, Chiara Capuano.
Rappresentazione artistica delle due sonde Voyager fuori dal Sistema Solare. Credits: Skyworkers, Chiara Capuano.
 
Mentre noi viviamo tranquillamente le nostre vite, c'è qualcuno lì fuori, o meglio, qualcosa, che da tanti anni affronta un viaggio la cui unica destinazione è l'infinito: la sonda Voyager1! Lanciata da Cape Canaveral nel 1977, la sonda ha attraversato tutto il Sistema Solare e oggi si trova a 21 miliardi di km da noi, nello spazio interstellare! Un viaggio bello lungo... chissà se avrà abbastanza musicassette da ascoltare (povera sonda, nel '77 non esistevano ancora gli i-pod!).
 
Una musicassetta ed una matita... due oggetti che la tua mamma e il tuo papà conoscono molto bene!! (Fonte: web)
 
La cosa incredibile è che dopo 40 anni la sonda continua a inviarci segnali e dati utili per studiare il nostro Sistema Solare, ma non solo: il team di scienziati responsabili della missione ha inviato l'imput di accensione dei razzi della sonda e questi si sono accesi senza problemi dopo 37 anni di inutilizzo! Qualunque automobile terrestre avrebbe avuto bisogno di tanta manutenzione e probabilmente non si sarebbe accesa, ma la Voyager, seppur provvista di tecnologia ormai superata, può vantarsi di un'ottima struttura. La necessità di accendere questi razzi propulsori è nata dal fatto che gli altri propulsori di cui dispone per orientare la  propria direzione nello spazio si sono un po' degradati e ci volevano più impulsi per ottenere lo stesso risultato. Questi propulsori emettono per pochissimi millisecondi qualcosa di simile ad uno spruzzo, usando un tipo di propellente chiamato idrazina, correggendo la traiettoria della sonda, che in questo modo può dirigere verso la Terra la sua antenna per inviare i dati. Grazie a questa accensione, la sonda sarà in grado di prolungare la sua attività di 2 o 3 anni, dopo i quali avrà terminato la fonte di energia per alimentare la strumentazione di bordo e quindi continuerà il suo viaggio silenzioso verso l'infinito! Ma nel frattempo continuerà a fornirci importantissimi dati ai confini del Sistema Solare!
 
Rappresentazione della sonda Voyager nello spazio interstellare. Credits: NASA
 
Fonti: Coelum
 
A presto con Hop-News!