1... 2... 3... STELLAAAAAAA!!!

L'universo a portata di bambino

"Wow!": mistero risolto!

Ciao, amico terrestre!
 
40 anni fa uno scienziato, l'astronomo Jerry Ehman, aveva registrato un segnale radio molto particolare ed insolito, proveniente da una zona intorno ad una stella della costellazione del Sagittario, la χ  (lettera greca "Chi"). Questo segnale aveva una intensità molto elevata rispetto alle normali ricezioni, per cui lo scienziato scrisse accanto il commento "Wow!", con cui il segnale passò alla storia. La fonte però rimaneva un mistero; inoltre non fu mai più captato dopo quella volta. Si ipotizzò che fosse un segnale proveniente da una civilità extraterrestre, mentre altri dicevano che poteva essere il riflesso causato da un detrito nello spazio di un segnale partito dalla Terra.
 
Il segnale cerchiato in rosso da Jerry Ehman e a fianco il commento "Wow!". Gli spazi tra i numeri rappresentano una intensità tra 0,000 e 0,999, i numeri da 1 a 9 una intensità da 1,000 a 1,999, mentre dal 10 in poi si usano le lettere. La più alta in assoluto è stata la "U", che rappresenta una intensità di 30,999! ...Wow! Credits: Big Ear Radio Observatory and North American AstroPhysical Observatory (NAAPO) 
 
 
Nel 2016 il professor Antonio Paris del College di St. Pietroburgo in Florida ipotizzò che il segnale potesse invece essere stato generato dal rilascio di idrogeno di due comete che si trovavano 40 anni fa proprio nella zona da cui proveniva il segnale, ma che allora non si conoscevano. Effettivamente la frequenza di emissione di 1420 MHz coincideva! Gli scienziati quindi hanno aspettato che si verificasse nuovamente il passaggio di comete nella zona della stella del sagittario ed il segnale è stato nuovamente registrato! E quindi possiamo dire: wow, mistero risolto!!
 
 
A presto con Hop-News!